sabato 14 aprile 2012

L'arte e la sposa

Ah, da non crederci. A casa. E come sono felice dopo una giornata infinita. In giro per la Sicilia, da un capo all'altro, così felice adesso di ritrovarmi dentro. Dentro la mente pensante, il cuore palpitante.

Il mio occhio di destra ha perso un grado -che notizia penserete-, eppure per me è importante. Userò occhiali nuovi per vedere meglio il mondo. 

So ricostruire con precisione il momento in cui ho perso la vista. E' stata lei. 

Mi ha abbagliato.

Mica lo sapevo prima di entrare in farmacia. Chi poteva dirlo che avrei incontrato la bellezza.

E invece è andata così. Ha scelto il volto di una ragazza per materializzarsi. 

E quel volto mi ha catturato. E non potevo più pensare ad altro. Non riuscivo a capire cosa volesse il farmacista. Io la guardavo, con intensità, come non l'avessi mai vista una donna.

Poi lei passa, si ferma di fronte, dall'altra parte del bancone. Mi guarda. E io non apro bocca. La voce dell'uomo, il suo collega, non arriva, vi giuro. Non arriva. 

Solo lei, la bellezza. E poi io. 


(Sospiro al ricordo...)


Dunque la prima parte del post è arte. Perché...



la bellezza della donna è arte




Visto che sto a casa, voglio farvi vedere un corto. Vi invito tutti, qui da me.




Allora, Signori e Signore, questa sera, in esclusiva sul vostro amato blog "L'ora della poesia", Tra Cenere e Terra è lieto di presentarvi... taaadaaa... solo per voi...


l'ARTE !



(Amplificate le casse e abbassate le luci... shhh, inizia... ce li avete venti minuti no? Ci vediamo dopo...)








Fellini, i suoi disegni che si animano per magia.

Mi sono appassionato, dal lirico all'onirico, dall'apollineo poetico di Guerra al dionisiaco delle battaglie degli istinti... la grande musica, i disegni dei fotografi che vogliono immortalarla, sempre lei al centro, la bellezza. 


Dalle puttane all'amore. L'uomo, piccolo, in mezzo. Un cazzo a spasso!! Ahah!! C'è poesia pure lì.



Non vi dispiacerà se mi scappa una lacrima, dopo tutto questo.


Sono felice. Sposo l'arte oggi.

Lo faccio adesso....





Ps: grazie A. Khrzhanovskij. Celebri tu.

10 commenti:

  1. Per me é sempre l'ora della poesia, e dell'arte con la A maiuscola. Vedo l'arte in tutto e tutto mi sorprende sempre, il nuovo come il vecchio, il bianco come il nero, poiché anche in ciò che non vedo negli occhi ma dentro l'anima, viene sentito in modo amplificato...tutto é degno d'esser vissuto anche da ciechi.
    Buon week e grazie per la gradita visita.

    RispondiElimina
  2. Incontrare la bellezza è sempre possibile! Interessante racconto e filmato.
    Buona Notte

    RispondiElimina
  3. ...con tutto quello che passo al pc...anche ventinimuti mi rubi...:))

    ...gli artisti..."artisticano".:)
    ciaooo Vania

    RispondiElimina
  4. è l'ora dell'amore

    ti dedico perciò la bellissima mitica canzone dei Procol Harum

    http://www.youtube.com/watch?v=xlZT8vBC7dg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ora dell'amore? Qual'è l'ora dell'amore? C'è un orologio che la indica? La musica è bella, e anche il testo non è male. Non la conoscevo questa canzone. Sorrido ogni volta che mi fai un regalino, è che non so ricambiare... Ti abbraccio.

      Elimina