venerdì 23 settembre 2011

Quando tu sarai vecchia

Quanti pensieri mi sono passati oggi per la testa. E ogni volta diversi, di segno opposto, senza soluzione di continuità. 
Frastornato, allora, mi ero ripromesso di posare l'anima stasera. Di lasciarla lì in un angolo, a scolorire.
Non potevo sapere che avrei incontrato una donna. 


La Donna. 


Vedete, non va celebrata un solo giorno dell'anno. Mi accorgo che i secondi dei minuti, le ore dei giorni, gli anni della mia vita e delle altre vite non basterebbero a scolpirne un tratto.

Vale la pena scrivere la donna, per la donna. 

Alle spalle uno scialle, gli anni dell'Universo, e nel cuore le correnti dei mari. 

Come riflessa allo specchio dei suoi occhi la poesia...
 
Quando tu sarai vecchia e grigia,
col capo tentennante
ed accanto al fuoco starai assonnata,
prenderai questo libro.
E lentamente lo leggerai, ricorderai sognando
dello sguardo che i tuoi occhi ebbero allora,
delle loro profonde ombre.

Di quanti amarono la grazia felice
di quei tuoi momenti
e, d’amore falso o a volte sincero,
amarono la tua bellezza.
Ma uno solo di te amò l’anima peregrina,
uno solo allora amò le pene del volto tuo che muta.

E tu, chinandoti verso le braci, sarai un poco triste,
in un mormorio d’Amore dirai,
di come se ne volò via…
passò volando oltre il confine di questi alti monti
e per sempre poi il suo volto nascose
in un nugolo di stelle
-William Butler Yeats-
 
Mi chiedo come riesca a coglierne la grandezza questo qui, e a conferire persino un significato intimo all'Amore. 
E in una sola vita! Quando a me, povero invece, servirebbe l'eternità...

L'adoro questa poesia, e odio Yeats anche. 
E penso a cosa succederà a me quando sarò vecchio.


Mah, forse un'idea ce l'ho... ;)

19 commenti:

  1. Ricordo quella volta che incontrai io una donna. Non avevo niente da darle e non ero sicuro nemmeno di cosa provassi realmente. E furono partenze. E furono ritorni. Poi iniziarono le partenze e basta. Lì, distrutto, capii tutto quanto. E che bellezza il dolore, indomabile, nello stomaco, quando mi resi conto che una cosa così rara e, infondo, da poco, l'avevo persa. Per sempre. Dopo non rimase più niente tranne due cose: le sere ed un puzzle che si è completato da solo.

    RispondiElimina
  2. ...magari ripasso per il commento...ma la canzone è da balera di Romagna.:))
    ciaooo Vania

    RispondiElimina
  3. La donna...la donna ha un fascino incredibile, splendida la poesia, non la conoscevo. Immagino questa donna su un divano a rivedersi nella sua vita, a ripercorrere se stessa...io sono certa che una donna si rivedrà felice e tra le lacrime che avrà sul viso, per il tempo trascorso, sarà a tratti con sorrisi.
    La donna non si abbatte e vede nelle rughe il giusto trascorso...una donna, una vera donna, quelle rughe non le tocca!
    M'innamoro facilmente di ogni donna, perchè in se ha un mondo, uno complesso, diverso, speciale!

    L'amore diffuso...una donna sa vivere anche quello!

    RispondiElimina
  4. Ballata: Yeats questa poesia la dedicò alla donna della sua vita, e che mai ebbe. Esiste un dolore più grande?

    Vania: adoro la canzone come la poesia, e a parte per il titolo, credono siano collegate. O forse esistono collegamenti che non suono fuori ma solo dentro di me.

    Marta: sono contento sia passata, col post, la meraviglia per questa creatura stupenda, che è dotata di una grandezza contenuta da spalle larghe, e nel cuore della forza e della compostezza di una quercia secolare.

    RispondiElimina
  5. ..piace molto anche a me questa poesia e anche la canzone.

    ..si credo che ci sia molto affinità.

    ..una Donna o un Uomo ...è difficile esserlo...ma tutte le cose importanti/che restano sono "difficili/faticose" se ci si mette la testa e il cuore.
    ciao Vania

    RispondiElimina
  6. Grazie per il commento che mi hai lasciato sul blog, poche parole, ma che ho letto con molto, molto piacere ..!

    Molto belli i versi di questa poesia, mi lasciano un vago senso di serenità e malinconia, come se la donna fosse nello stesso istante consapevole degli anni ormai trascorsi e nostalgica della giovinezza che fu, del suo amore ... un amore che è scappato proprio mentre stava per dare i suoi fiori più belli.

    RispondiElimina
  7. "Ma uno solo di te amò l’anima peregrina,
    uno solo allora amò le pene del volto tuo che muta"

    Semplicemente bellissimo

    RispondiElimina
  8. Vania: e le cose difficili sono quelle che danno le maggiori soddisfazioni...

    Miriam: mi piace, dei versi, che sanno parlare di cose universali...mai di una "situazione" soltanto...

    Stanza: "ma uno solo di te amò l'anima peregrina"...l'amore in poche parole...

    RispondiElimina
  9. ...ma che Palle sta vita....;))))

    ...HAI RAGIONE !!!!
    ciaoo Vania

    RispondiElimina
  10. Non mi da mai gli aggiornamenti del tuo blog...

    Senti mi serve uno psichiatra,
    ne conosci qualcuno? :)

    RispondiElimina
  11. Bellissima.... Anche se stasera sono un po' triste e questo post... non so... mi ha un po' immalinconita :-)

    RispondiElimina
  12. io come sempre non vedo i tuoi video ....ma la canzone è quella di Branduardi?
    a me questo cantastorie piace moltissimo...perchè odi Yeats

    RispondiElimina
  13. amare una persona e non poterla avere con te è struggente...il tempo me lo ha insegnato...si vive di ricordi, di rimpianti, che ti accompagneranno sempre...

    un abbraccio poeta...

    RispondiElimina
  14. Vania: ammettilo, ti piace vincere facile eh? ;)

    Noir: ne conosco uno che si chiama Nessuno...;) Perdona la battuta...era pessima. Qualcuno lo troviamo se occorre... ;)

    Rossella: mi dispiace, non volevo... o forse un po' lo volevo, chissà.

    Vania: no, è quella di Lorenzo Jovanotti. Non hai ancora risolto i problemi con i video? Ehi! Ps: invidio Yeats, così è più corretto...

    Angeloblu: so di cosa parli. Ma la vita finisce quasi sempre per prendersi cura di te... per fortuna.

    RispondiElimina
  15. Appreciating the dedication you put into your site and detailed information you offer.

    It's good to come across a blog every once in a while that isn't
    the same unwanted rehashed information. Great read!

    I've saved your site and I'm including your RSS feeds to my
    Google account.

    My web site ... weston

    RispondiElimina
  16. Have you ever thought about adding a little bit more
    than just your articles? I mean, what you say is valuable and
    all. However think about if you added some great graphics or video clips to give your posts
    more, "pop"! Your content is excellent but with
    pics and videos, this site could definitely be one
    of the very best in its field. Awesome blog!


    My web page ... cfide

    RispondiElimina
  17. What's up colleagues, its impressive article concerning tutoringand entirely explained, keep it up all the time.

    Check out my blog post drogues

    RispondiElimina
  18. Hi, just wanted to tell you, I enjoyed this article. It was practical.
    Keep on posting!

    Here is my site - nafisi

    RispondiElimina
  19. Anonimo 17 ottobre 2014 Sublimi i versi toccanti nella loro malinconia.Conosco questi sentimenti li vivo un po' in anticipo ma qualcosa è già successo ,poi sarò vecchia e grigia....l'amore raramente si può avere e quando è troppo grande non dura molto a lungo.

    RispondiElimina