domenica 25 marzo 2012

Occhi di cuoio, occhi di sole.


Ho gli occhi di cuoio. Non vedo, non vedo più. Mi spengo al sole del mattino.








Fammi un quadro del sole-
Che l'appenda in stanza-
e possa fingere di scaldarmi
mentre gli altri lo chiamano "Giorno"!

Disegnami un pettirosso - su un ramo -
Che io l'ascolti, sarà il sogno,
e quando nei frutteti la melodia tacerà -
che io deponga - questa mia finzione -

Dimmi se è proprio caldo - a mezzogiorno -
se siano i ranuncoli - che "si librano" -
o le farfalle - che "fioriscono".
Poi - evita - il gelo - che si stende sui campi -
e il colore della ruggine - che si posa sugli alberi -
Fingiamo che quelli, ruggine e gelo - non arrivino mai!

-E. Dickinson- 


Domani, quando farà giorno, sarà un giorno diverso, più lungo. Dovrò imparare a colorare anche la notte, per vivere solo di luce...



Domani, quando farà giorno.





14 commenti:

  1. L'ultimo periodo in cui vivevo in Finlandia, verso giugno, le giornate si allungavano giorno dopo giorno, come elastici pronti a tendersi all'infinito. Non riuscivo a dormire che 4 ore a notte, perché il mio corpo era febbricitante di energie a causa della troppa luce. Ero molto stanca, ma allo stesso tempo non mi ero mai sentita così vitale. Era una strana sensazione, indescrivibile se non la si è provata. Ed io ti auguro di sentirla, ti auguro la Finlandia, il sole di mezzanotte e i cieli infiniti, ovunque tu sia. Al caldo del sole le palpebre di cuoio si schiuderanno come fiori. Il tempo fa ciò che deve, sempre, nel bene e nel male. E l'alba giunge inevitabilmente a inumidire di meraviglia occhi di cuoio come i tuoi.

    Abbraccio della domenica

    RispondiElimina
  2. Conosco i cieli dell'Irlanda, che non saranno mai quelli della Finlandia, mi rendo conto, ché ogni paese ha un cielo diverso. Conosco la mezzanotte di luce. L'anima che non può trovare riposo. Eppure lo vorrebbe, a volte, nei mezzogiorni più bui, ma non ci riesce. Perché tende sempre al ricongiungimento con l'infinito. Sempre al lavoro, incessantemente. Oggi voglio ringraziarti soprattutto per quanto non hai scritto. Ricambio l'abbraccio.

    Ps: ti ho vista.

    RispondiElimina
  3. questa poesia me ne ha fatto ricordare un'altra....ma è un ricordo così lieve che non appena credo di averla acciuffata vola via. Puoi aiutarmi?
    Forse della stessa autrice oppure della wolf: Parla di una gara che lei fa con la natura...e lei dipinge un tramonto..che potrà portarsi dietro...è bellissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono temi cari quelli della natura, non credo di aver letto la poesia alla quale ti riferisci, purtroppo... ma andrò alla sua ricerca. Ti abbraccio.

      Elimina
  4. ..la poesia è bella e anche la canzone...anche se il video lo trovo squallido, premetto che non ho visto il film.

    P.s....quando bella è la voce del cantante!!!!!!:))
    ciaooo Vania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, mi spiace non ti sia piaciuto il video. E' quello ufficiale credo. E' un filmetto, a tratti divertente! La canzone è di un altro livello. La poesia anche di più. Un bacio.

      Elimina
  5. La poesia è stupenda e non l'avevo mai letta... Grazie :)

    RispondiElimina
  6. "Prima che mi venissero cavati gli occhi
    mi piaceva vedere quanto e altre creature
    che hanno occhi e altro modo non sanno..."
    22 Sett.2011 - Eterna Presenza -

    Tra Emily Dickinson e Cieli d'Irlanda prolunghi la mia essenza così fuori da me che è al contempo vicina e lontana abbastanza a che..io possa dire che è questa la mancanza di cui mi rimborsi!

    GZ

    RispondiElimina
  7. Sono andata a rileggerla...e ho riletto i commenti che ci siamo scambiati. E sempre l'emozione. Magia della poesia, che fa uscire fuori di sé. In tutti i sensi possibili. Con tutti i sensi possibili. Un richiamo alla vita.

    RispondiElimina
  8. La Dickinson mette sempre qualcosa di tremendamente intimo nei suoi beii versi.
    Ottima scelta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se in una poesia non colgo intimità, ecco, per me non è poesia...

      Elimina
  9. Bisogna morire ogni notte, e viverla come l'ultima...per poi rinascere al risveglio con un po' di rio che ci ricordi di ieri.
    Bisognerebbe avere sempre una luncina accanto che ti tenga in dormiveglia.

    Donare la propria libertà è uno dei modi più egoisti per non prendersi molte conseguenze...ma è anche una bellissima cosa, cedersi e concedersi a qualcuno è una forma d'amore e donare la propria libertà è un modo per essere totalmente liberi da tutto...

    Ti bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' arrivato il bacio col tuo bellissimo pensiero...grazie.

      Elimina