sabato 9 luglio 2011

L'anima del vino




Potevo immaginare tutto, ma non che fosse proprio lui a tradirmi. 

Va sempre bene. Prima si impossessa del palato. Rinfresca la sete di appagamento. E poi libera dai pensieri complessi, sostituendoli con pensieri brevi, desideri confusi, promesse di felicità che emergono dal presente di gaiezza ed euforia. 

Ma ieri, appena ieri, si è preso gioco della mente. Mi ha fatto assorbire gli sguardi del domani. E  ha cosparso le avventure di nausee e preghiere. Di salvezza. 

Per fortuna conosco la sua anima, e rimango fiducioso. Domani sarà di nuovo mia.


L'anima del vino



Nelle bottiglie l'anima del vino
una sera cantava: "Dentro a questa
mia prigione di vetro e sotto i rossi
suggelli, verso te sospingo, o caro
diseredato, o Uomo, un canto pieno
di luce e di fraternità. So bene
quanta pena, sudore, e quanto sole
cocente, sopra la collina in fiamme,
son necessari per donarmi vita
ed infondermi l'anima. Ma ingrato
non sarò, né malefico, ché provo
immensa gioia quando nella gola
cado d'un uomo usato dal lavoro:
il suo petto per me è una dolce tomba
e mi ci trovo meglio che nel freddo
delle cantine. Odi risuonare
i ritornelli delle tue domeniche
e la speranza che bisbiglia dentro
al mio seno che palpita? Coi gomiti
sopra il tavolo mentre ti rimbocchi
le maniche, mi vanterai e contento
sarai: della tua donna affascinata
accenderò lo sguardo; robustezza
ridarò a tuo figlio e i suoi colori,
e sarò per codesto esile atleta
della vita, l'unguento che rafforza
i muscoli dei lottatori. In te
cadrò, ambrosia vegetale, grano
prezioso, sparso dal Seminatore
eterno, perché poi dal nostro amore
nasca la poesia che a Dio rivolta
spunterà in boccio come un raro fiore."

-C. Baudelaire-

10 commenti:

  1. ...la poesia è piacevole da leggere.

    ..l'Arte del vino è molto affascinante ...mille profumi che destano e fanno affiorare ricordi ed emozioni.

    ...io purtroppo non amo il vino e tutti i suoi derivati...e dico purtroppo .... perchè in una buona compagnia è sempre piacevole scambiarsi queste piccole emozioni.
    ....poi come ogni cosa...credo....portata all'eccesso ...e in questo caso...l'" Arte del vino " ...chiamiamola così....è sempre una schifezza.
    ciao Vania

    RispondiElimina
  2. sono completamente astemia, mi ubriaco con un cioccolatino al liquore......ma mi sono ubriacata un paio di volte e la sensazione è stata bruttissima!!! perdere il controllo di se stessi...essere in balia di non so cosa....blash....ma questo è sempre stato il mio problema........la mente che nn permette a niente e nessuno di "comandare"....anzi no..una volta ha permesso al cuore di condurre........ed è mancato poco che ci "Azzeppassimo" le penne....e da allora MAI PIU....
    anche io come Vania vorrei però saper apprezzare...ma mentre gli altri sorseggiano ...io assaporo cioccolata!!!!
    kiss

    RispondiElimina
  3. ...un buon bicchiere di vino rosso in piacevole compagnia è uno dei piaceri della vita...miscuglio di odori sapori e...piaceri...

    "della tua donna affascinata accenderò lo sguardo"...

    incantata caro poeta...

    RispondiElimina
  4. Vania: c'è un limite per ogni cosa...ed ha un senso varcarlo questo limite, di tanto in tanto...

    Anella: nulla da dire sulla cioccolata...è una forma di dipendenza anche quella, ma simpatica e gustosa...Per quanto rigaurda il controllo, mi piace ritrovarmi in balia delle onde, perchè mi serve per sognare un porto sicuro...

    Angeloblu: di Baudelaire hai evidenziato le parole che, assieme alle ultime, mi hanno emozionato di più...questo vuol dire qualcosa, non trovi? Brindiamo a noi ;)

    RispondiElimina
  5. Non ho bisogno di tempo
    per sapere come sei:
    conoscersi è luce improvvisa.
    Chi ti potrà conoscere là dove taci
    o nelle ore in cui tu taci?
    Chi ti cerchi nella vita
    che stai vivendo, non sa
    di te che allusioni,
    pretesti in cui ti nascondi. [...] Io no.
    Ti ho conosciuto nella tempesta.
    Ti ho conosciuto, improvvisa,
    in quello squarcio brutale
    di tenebra e luce,
    dove si rivela il fondo
    che sfugge al giorno e alla notte.
    Ti ho visto, mi hai visto ed ora [...]
    sei così anticamente mia
    da tanto tempo ti conosco
    che nel tuo amore chiudo gli occhi
    e procedo senza errare,
    alla cieca, senza chiedere nulla
    a quella luce lenta e sicura...

    Silenzio...

    un sorriso...

    RispondiElimina
  6. spero che significhi sintonia fra noi... brindo volentieri a noi poeta...

    dolce dolce notte...

    RispondiElimina
  7. Anonimo: mi fai sorridere...è una delle posie di salinas che sento di più...

    Angelo: si, significa sintonia, simpatia e pure empatia ;)

    RispondiElimina
  8. Ciao...
    mi piace molto leggerti.. ti ho linkato. Ti ringrazio per il commento.
    Il vino lo amo, comunque! Mi aiuta molto... a distruggere pensieri ulteriori inutili.

    RispondiElimina
  9. Francy: grazie davvero. Non ho ancora capito come seguirti. Però lo farò....

    RispondiElimina