martedì 24 maggio 2011

Happiness only real when shared

Non ci posso credere, sono in vacanza. Forse non potete apprezzare la grandezza della cosa. Ma sono in vacanza. O meglio, vivo l'ultimo giorno di una breve vacanza che mi ha portato, tra le altre cose, a girovagare per le strade di Roma. Una Roma calda e anche un po' piovosa. Come una bella donna che fa i capricci.

Me la sono goduta questa vacanza, che mi ha arricchito nel corpo e nella mente. 

Come un pittore, cerco di tratteggiare le forme e i colori di questa esperienza... 




Ho rivalutato l'espressionismo, perchè ho scoperto di adorare Nolde.





Mi sono emozionato di fonte a Michelangelo, e mi sono riscoperto personaggio in alto, e come attratto da Caronte in basso. Ho pensato a Dante e che l'Inferno, come il Paradiso e il Purgatorio, sono in terra, e non dobbiamo aspettarceli altrove.


Ho scoperto che amo più che mai la pasta Cacio e Pepe, così come la Donna Italiana. 




Che una cena a Trastevere ti appaga come un buon romanzo.





Che nessun'altra città, come Roma, ti fa venir voglia di essere romano.




Che passeggiare per le vie di Roma è vivere poeticamente, ché la poesia è anche appagamento estetico.





Che puoi anche viaggiare per tutta la vita, scoprire posti sempre nuovi e interessanti, ma che quando lo fai con un amico vero è più bello. Perchè ...






...oggi lasciamo che la condivisione diventi poesia...



18 commenti:

  1. ma perche' in tutto ciò che scrivi c'e' un velo di malinconia e tristezza???
    anonima Anella
    http://www.previsioniluminose.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. ...niente male come Vacanze.:)

    ...mi limito a dire che ho visto il film poco tempo fa...è bello anche se non lo condivido appieno.
    ciao Vania

    ...p.s......Vacanza....tranne che ..ho scopero che amo la Donna Italiana.;))

    RispondiElimina
  3. Anella: hai colto un aspetto della mia persona, la malinconia.Per fortuna sono anche una persona allegra fuori dal blog. Sarà che ho una concezione tragica della poesia (e più in generale della vita, che affronto però e per fortuna con una buona dose di ironia, prendendomi un po' in giro!) e quindi nel blog, inevitabilmente, traspare questo aspetto. Che dire, spero di non buttarti giù ! ;)

    Vania:si, bella vacanza. Ps: a me le donne piacciono tutte, intendiamoci, anche le straniere non sono poi così male! ;)

    RispondiElimina
  4. ...ho riso quando ho letto il commento...la mia interpretazione del p.s. era un'altra...ma va bene così...lascia stare che ....va bene così.:)
    ciaoo Vania

    ...non si potrà mai entrare nella testa di un altra persona.

    RispondiElimina
  5. ...è meglio che te lo spieghi...
    ...allora vacanza...ok....
    ...p.s...tranne che...ho scoperto che amo la Donna Italiana....

    io avrei scritto :
    ...tranne che ...ho scoperto che amo l'Uomo Italiano.

    :)))....la mia voleva essere una battuta non riuscita.

    ciaoooo Vania

    RispondiElimina
  6. ...togli il secondo "tranne che " dal commento ...che caos ...questo post...per me !!! :)
    ciaooo Vania

    RispondiElimina
  7. Vania: stai facendo tutto tu ;)

    Stanza: bentornata!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Adoro Roma...
    Adoro i suoi profumi e tollero persino le sue puzze. L'ho sempre amata. Spero di avere oppurtunità per continuare a farlo.

    RispondiElimina
  10. [...]- Vi prego, non muovetevi -, dice Poi avvicina il pennello al volto della donna, esita un attimo, lo appoggia sulle sue labbra e lentamente lo fa scorrere da un angolo all'altro della bocca. Le setole si tingono di rosso carminio. Lui le guarda, le immerge appena nell'acqua, e rialza lo sguardo verso il mare. Sulle labbra della donna rimane l'ombra di un sapore che la costringe a pensare "acqua di mare, quest'uomo dipinge il mare con il mare"- ed è un pensiero che dà i brividi... [...]"


    immagine meravigliosa...

    un sorriso...

    RispondiElimina
  11. Anonimo: hai un legame quasi viscerale con il mare. Come una sirena. I tuoi suoni sono un richiamo.

    RispondiElimina
  12. è la prima volta che leggo una tale considerazione su di me e mi viene un tuffo al cuore sai?
    non lo avevo mai notato, sentendomi visceralmente legata al vento...
    l'ho amato da sempre ed ora...
    ora noto quanto hai ragione...
    alle volte siamo legati a ciò a cui meno pensiamo consapevolmente...
    ho sempre detto di amare il mare d'inverno...
    il mare che allontana e riporta...
    il mare di Odisseo...
    il mare che segna un cammino ed un ritorno....
    hai ragione....
    anzi...
    hai visto bene...
    sono visceralmente legata all'immensità del mare...
    una sirena :)
    prega che io non canti mai !
    :) :) :p

    RispondiElimina
  13. Anonimo: Ho capito, sei una sirena al contrario. Pesce di sopra e donna di sotto.

    ;)

    RispondiElimina
  14. tu vedimi così....prrrrr
    http://3.bp.blogspot.com/_N_1CyOdRbxg/TTQ38uD6lJI/AAAAAAAAALw/JrdA1ZQtdEg/s1600/Magritte_Rene-Collective_Invention.jpg


    io mi vedo così:
    http://www.millestorie.it/public/files/micol/dallapellealcuore_rid.jpg

    RispondiElimina
  15. Anonimo: è bella la prima immagine ;)

    RispondiElimina
  16. http://www.youtube.com/watch?v=J417Q4EAdOM

    RispondiElimina
  17. Anonimo: ma io non sono un emigrante, sono partito così, per viaggià... ;)

    RispondiElimina