mercoledì 20 aprile 2016

Filosofia dell'amore



Mi rendo conto che la filosofia toglie sempre qualcosa all'amore. Le parole della filosofia imbavagliano l'amore, lo rendono muto, giacché il senso profondo dell'amore è sempre e comunque l'espressione dell'amore.

Però io ci trovo tanta poesia in questa filosofia che si interroga, e che ascolta le parole dell'amore a bocca aperta. Come farebbe un ragazzino innamorato, quando ascolta le parole della sua amata, o forse, più profondamente, i misteri del suo cuore.








Diotima: ...Amore è scarno, aspro, scalzo, Amore non ha casa alcuna, dorme per terra, davanti alle porte, al bordo delle strade, ma, dato che Ingegno è padre di Amore, è anche pieno di coraggio, sempre all'erta, ed è un meraviglioso cacciatore, e c'è di più, è sempre bramoso di pensieri, amore è sempre filosofo...

Socrate: Ma dimmi Diotima, perché dici che l'amore è filosofo?

Diotima: Perché la saggezza è la cosa più grande e più bella, e l'amore non può per sua natura amare altro che il bello...



Amore, bellezza, giustizia, filosofia, poesia. Ci sono tanti pezzetti di verità nel dialogo tra Diotima e Socrate che possiamo ritrovare nel Simposio di Platone. Non riporterò qui ogni singola parola. 


Ma in ogni singola parola di questo dialogo, ognuno di noi può trovarci la poesia che cerca.



2 commenti:

  1. Già...ognuno può trovarci la poesia che cerca...
    Sapessi, a me basta così poco per "sentire poesia".
    E non importa che ci siano parole, a volte non servono.
    Carino il tuo blog, credo che lo seguirò attivamente.
    Sai, il ragionamento esposto sulla testata del tuo blog, è lo stesso che mi ha spinto ad aprire il mio...dare spazio alle parole, quelle parole che scatenano energia ed emozioni, che si "diffondono e attraversano lo spazio" come musica. Libere di volare, oltre ogni ostacolo.

    RispondiElimina
  2. Grazie per il tuo commento. Verrò a leggerti...

    RispondiElimina